IL CNOG APPROVA IL REGOLAMENTO PER IL VOTO ELETTRONICO. CONTINUERÀ A COESISTERE LA VOTAZIONE IN PRESENZA

Dic 17, 2020 | Primo piano

Il Cnog approva il Regolamento per il voto elettronico. Continuerà a coesistere la votazione in presenza

Il consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti ha approvato, dopo un largo confronto condotto in videoconferenza per rispettare le imposizioni antiassembramento dettate dal Covid-19, il “Regolamento sulle procedure elettorali con modalità mista telematica e in presenza per il rinnovo degli organi dell’Ordine dei Giornalisti”. Un traguardo epocale che segna una svolta nella crescita digitale e nell’ammodernamento dell’Ordine. Una rivoluzione da tempo auspicata e resa improcrastinabile sia dall’evoluzione dei tempi che dalla necessità di rendere fattibile il rinnovo degli organi anche in caso di impedimento della presenza fisica nei seggi elettorali e di concedere pari opportunità ai 110 mila giornalisti italiani che vogliano esercitare il loro diritto al voto in modo libero e agile.  “Quando il Ministero avrà dato via libera al regolamento – afferma Carlo Verna, Presidente Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti – ci auguriamo che si allarghi la platea dei colleghi, molto ristretta negli ultimi tempi, che vorranno esprimere le proprie rappresentanze e che oggi erano frenati dalla distanza dai seggi fisici e dagli impegni lavorativi e personali”. 

Grazie al lavoro serrato della Commissione Giuridica, che per l’occasione ha operato in formula allargata alle rappresentanze dei Consigli Regionali e di tre consiglieri esperti della materia, la bozza del regolamento è arrivata in consiglio in tempo utile per essere discussa, approvata e inviata al Ministero di Grazia e Giustizia che ne aveva dato la possibilità attraverso il decreto Ristori.

Il voto on line viene, dunque, introdotto per l’elezione del Consiglio Nazionale e dei Consigli Regionali dei giornalisti pur affiancando la modalità in presenza.  Solo in casi di manifesta impossibilità di attivare il seggio fisico si potrà adottare in forma esclusiva il voto telematico. Restano i seggi tradizionali ma s’introduce una piattaforma informatica e la costituzione di un Ufficio elettorale centrale con il compito di sovrintendere alle operazioni della votazione telematica. Lo spoglio dei voti in presenza resterà in capo ai Consigli Regionali cui continuerà a competere l’organizzazione dei seggi fisici.

Nella stessa seduta consiliare il Cnog ha approvato anche una variazione di bilancio che, grazie ad una nuova ed efficace piattaforma gestionale software, ha potuto ratificare uno scostamento di soli 1.760 euro su un bilancio di oltre 5 milioni. Presentato ed approvato anche il bilancio preventivo 2021.


giovedì, 17 Dicembre 2020
Condividi