News

In riferimento ad un volantino elettorale, riguardante le elezioni provinciali dell'Aquila, il Presidente dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo, Stefano Pallotta, precisa che il direttore del giornale "L'Editoriale", Giuseppe Vespa, non è mai stato componente del Consiglio dell'Ordine e, quindi, non poteva essere rimosso da tale carica per "clamorosi ammanchi alle casse".
La prematura scomparsa del collega Panfilo Monaco ha gettato nello sconforto tutta la categoria del giornalismo abruzzese, ed in particolar modo di quelli gloriosamente iscritti nell'elenco dei Pubblicisti, da lui sempre difesi, anzi possiamo dire "protetti", nei tantissimi anni di attività, non ultimo in seno al Consiglio Regionale dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo, ove ha ricoperto il prestigioso incarico di Vice Presidente. Anche se gli interessati non ne hanno mai saputo nulla, dal momento della presentazione della domanda di iscrizione all'Albo, Panfilo Monaco è stato sempre al loro fianco, coinvolgendo, per ogni "pratica", l'intero Consiglio, ed a volte anche il Nazionale,…
I giornalisti abruzzesi esprimono la propria solidarietà a Daniela Senepa, della redazione regionale della Rai, oggetto ieri di un'anonima minaccia di morte. Il fatto che della vicenda sia stata informata la procura di Pescara, e che la cartolina contenente le minacce sia stata acquisita dalla Squadra Mobile, sottolinea la gravità dell'accaduto e la serietà dell'intimidazione rivolta alla giornalista. La nostra collega, siamo certi, continuerà a svolgere con l'assiduità e l'impegno professionale che hanno contraddistinto il suo lavoro di questi anni, tutte le vicende - spesso delicati casi di casi di cronaca nera e giudiziaria - cui la propria attività di…
Lunedì, 23 Novembre 2009 00:00

Giornalisti: obbligo di posta certificata

Anche per i giornalisti, essendo professionisti iscritti all'albo, la posta elettronica certificata è un obbligo. C'è tempo, infatti, fino al 29 novembre prossimo per la comunicazione della posta elettronica certificata (PEC), al proprio ordine. Cio' fa riferimento al decreto legge 185/2008 convertito nella legge 2/2009. L'ordine dei giornalisti gestirà gli indirizzi la cui consultazione potrà essere gratuita. La posta elettronica certificata sostituirà il fax e la raccomandata.
«La scelta del Comitato organizzatore dei XVI Giochi del Mediterraneo in corso a Pescara, di non accreditare i giornali online abruzzesi ha il sapore di una discriminazione nei confronti di testate che non esercitano un giornalismo di serie "b". Si tratta invece di giornali che svolgono un ruolo importante per mantenere vivo il pluralismo dell'informazione, fondamentale in un sistema democratico. Per questo l'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo chiede al Comitato organizzatore di porre riparo, seppure tardivamente, a questa incomprensibile esclusione che penalizza migliaia di lettori, giornalisti ed editori».
L'Albo dei giornalisti si arricchisce di una nuova sezione: è quella denominata "ex decreto legislativo 206/07" e servirà - recependo una specifica direttiva in tal senso dell'Unione europea - all'iscrizione automatica dei professionisti comunitari chiamati a svolgere attività di carattere temporaneo e occasionale. La richiesta è stata indirizzata a tutti gli Ordini professionali italiani (tra cui, dunque, l'Odg) dalla Direzione generale degli affari di giustizia del ministero della Giustizia.
E' tornata ad essere pienamente operativo l'ufficio del Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo, a oltre un mese di distanza dalla tragica notte del 6 aprile scorso. è stato infatti allestito, in viale Colle Maggio, nel cortile del Consiglio regionale, il conteiner destinato ad accogliere la sede provvisoria: quattro metri per quattro, dotato di computer, permetterà all'Ordine regionale di riprendere la propria regolare attività. «Si tratta di un traguardo fondamentale in un momento in cui è particolarmente necessario assicurare ai cittadini una informazione costante, attenta e puntuale sulla ricostruzione post terremoto nelle zone colpite dal sisma» afferma il presidente Stefano…
«La volontà dei giornalisti abruzzesi di contribuire alla rinascita dell'Aquila cozza con una evidente militarizzazione della città, che se è comprensibile per alcune aree del centro storico diventa invece assurda per molte altre zone, come quella del Consiglio regionale, dove invece i cittadini dovrebbero avere libero accesso». E' quanto afferma il segretario dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo, Sergio D'Agostino, secondo il quale «questa mattina si è arrivati all'assurdo di impedire perfino al presidente dell'Ordine abruzzese, Stefano Pallotta, di seguire le operazione di installazione, all'interno del perimetro di palazzo dell'Emiciclo, del conteiner con l'ufficio provvisorio del Consiglio dell'Ordine». «Quell'ufficio, che svolge funzioni…
Martedì, 21 Aprile 2009 00:00

Una casa dei giornalisti all'Aquila

Grazie alla straordinaria gara di generosità dei giornalisti italiani, presto la città dell'Aquila tornerà ad avere una sede dell'Ordine dei giornalisti, destinata a trasformarsi in una vera e propria "casa comune" di tutti gli operatori abruzzesi dell'informazione. Un segnale di speranza per tutta la città, così pesantemente provata dal terribile sisma che l'ha colpita il 6 aprile scorso, destinata a trasformarsi in un messaggio anche ad altre categorie professionali e produttive, per la rinascita del capoluogo. La decisione è stata formalizzata ieri a Roma, nel corso di una toccante cerimonia tenuta nella sede del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti, in…
Tra i danni collaterali provocati dal terribile sisma che ha colpita nella notte di lunedì 6 aprile scorso la città dell'Aquila, provocando lutti e devastazioni, figura purtroppo anche l'inagibilità della sede del Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti dell'Abruzzo, in via Sassa 6: una strada che si affaccia sulla piazza principale del capoluogo, un luogo che in questi giorni le telecamere delle tv e le fotografie dei quotidiani hanno proiettato nelle case di tutti gli italiani e nel resto del mondo, elevandola a simbolo del dolore di una comunità intera. I giornalisti abruzzesi, in questa tragedia che ha colpito una intera…
Martedì, 07 Aprile 2009 00:00

I giornalisti abruzzesi a Giustino Parisse

«I giornalisti abruzzesi si stringono tutti, in un unico e ideale abbraccio, attorno al collega Giustino Parisse, responsabile della redazione dell'Aquila de "Il Centro", colpito negli affetti più cari dal terribile terremoto che ha sconvolto l'Abruzzo e il territorio aquilano. Il Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti, esprime a lui, alla moglie e ai suoi familiari le più vive condoglianze per la perdita dei figli e del padre: in questo momento di indicibile dolore giunga a lui l'affetto e la solidarietà di tutti i colleghi abruzzesi».
«Il presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine, Lorenzo Del Boca, e il segretario, Enzo Iacopino hanno appreso che la Procura della Repubblica dell'Aquila ha convocato il presidente dell'Ordine regionale dell'Abruzzo quale indagato nell'ambito di un procedimento penale. Del Boca e Iacopino apprezzano la scelta di Pallotta di mettersi immediatamente a disposizione della magistratura, ma ritengono doveroso fare alcune puntualizzazioni sulle singole contestazioni mosse al presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo. A Pallotta si contesta 1) di aver ricevuto per posta da un giornalista una pubblicazione intitolata "La vicenda La Rana: una storia da conoscere", dove per La Rana deve intendersi l'ex Procuratore…
«Ho chiesto alla procura della Repubblica gli atti relativi all'eventuale coinvolgimento di giornalisti nel quadro dell'inchiesta sulle presunte tangenti nei lavori pubblici a Pescara per valutare ipotesi di violazione del profilo deontologico». Lo afferma in una nota il presidente dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo, Stefano Pallotta, che ricorda come «da parte della procura ho ricevuto piena disponibilità in questo senso e sono in attesa di comunicazioni. Allo stato dei fatti conosciuti dall'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo vi è un solo caso degno di attenzione ed è relativo ad un collaboratore esterno di un quotidiano, utilizzato anche per resoconti di politica amministrativa». «Tutto…
«La decisione del giudice del Lavoro dell'Aquila, Sabrina Mostarda, di considerare illegittima la revoca dell'incarico di capo ufficio stampa della Giunta regionale abruzzese, del collega Carlo Gizzi, estromesso dalla Giunta Del Turco all'indomani del suo insediamento, è ragione di grande soddisfazione per quanti, come Ordine dei giornalisti e Assostampa sostengono che il valore costituzionale della informazione debba essere gelosamente conservato e difeso. La decisione del giudice ha di fatto sancito la non applicabilità del principio dello spoil system (applicato su larga scala dalla stessa Giunta Del Turco, come del resto dai precedenti governi) a un bene come l'informazione, che non…
Il CNOG, Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti, riunito a Positano, ha approvato oggi all'unanimità la proposta di riforma dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti. Il documento è il risultato di un'ampia e approfondita discussione, passata attraverso l'esame della Commissione Giuridica, dei presidenti degli Ordini regionali e dei consiglieri nazionali. Si tratta di una riforma profondamente innovativa, basata su tre punti cardine che modificano, rivoluzionandola, la legge istitutiva dell'Ordine risalente a 45 anni fa. I punti di forte innovazione riguardano l'accesso alla professione, lo snellimento del Consiglio Nazionale realizzato attraverso la sostanziale riduzione del numero dei consiglieri, l'importante modifica della composizione e delle…
«Sottolineare il delicato profilo psicologico di una persona implicata in un grave fatto di cronaca nera, e poi sbatterne nome e cognome "in prima pagina" non risponde a un principio di buona informazione». Lo sottolinea in una nota l'Ordine dei giornalisti abruzzesi, che invita i colleghi della carta stampata, delle televisioni, dei quotidiani online e delle agenzie di stampa al rispetto delle norme deontologiche dettate a difesa dei "soggetti deboli", al pari di quanto accade per i minori, come del resto previsto dalla "Carta dei doveri", secondo cui "il giornalista tutela i diritti e la dignità delle persone disabili, siano…
I giornalisti abruzzesi piangono la scomparsa di Saro Ocera. Figura di punta dell'Ordine dei giornalisti italiani, presidente della commissione "Ricorsi" del Consiglio nazionale, Ocera aveva conosciuto da vicino la realtà dei giornalisti abruzzesi in un momento particolarmente difficile e delicato. Toccò infatti a lui, nelle vesti di commissario straordinario nominato dal ministro della Giustizia, tra dicembre del 2000 e giugno del 2001, chiudere una brutta pagina della vita del nostro Ordine professionale, contribuendo ad aprire una nuova stagione di trasparenza e rigore. Un lavoro cui Ocera si dedicò con rigore morale, impegno e fermezza. Siciliano di Patti, dove era nato…
Il Consiglio dei Ministri ha preso atto, su proposta del Ministro della Giustizia Angelino Alfano, del regolamento che disciplina l'introduzione dell'uso del pc nello svolgimento della prova scritta dell'esame di idoneità professionale per l'accesso alla professione di giornalista. "Viene regolamentata così - ha precisato il Ministero in una nota - una procedura individuata dal Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti che consente, tramite un particolare software, di utilizzare il computer (in luogo delle obsolete macchine per scrivere) quale semplice strumento di scrittura e senza accesso alla memoria permanente, garantendo sicurezza ed anonimato". Al termine della prova, quindi, l'elaborato sarà stampato e…
Sul sito internet della Provincia di Pescara, all'indirizzo www.provincia.pescara.it, sulla home page, tra le "Notizie in breve" è pubblicato l'Avviso pubblico di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza, elaborazione ed implementazione di un progetto di attività di comunicazione e cura di prodotti redazionali mediante l'uso di canali digitali in breve". Tra i requisiti fissati dall'articolo 1, l'iscrizione nell'Albo dei giornalisti. Maggiori dettagli possono essere ottenuti consultando le pagine dedicate.
Giovedì, 01 Maggio 2008 00:00

E' morto Gennaro De Stefano

Il giornalista Gennaro De Stefano è morto a Roma dopo aver lottato per lungo tempo contro una malattia inesorabile. Gennaro negli ultimi anni aveva seguito i casi più importanti di cronaca nazionale per il setttimanale Oggi. Aveva scritto anche libri sui casi del delitto di Balsorano, il mosrro di Firenze e il caso Cogne. Il mondo dell'informazione abruzzese perde un protagonista.
«Se fosse confermato quanto affermato stamattina sulla cronaca di Pescara del quotidiano "Il Messaggero" sulla sparizione dal nuovo atto aziendale dell'Asl di Pescara dell'Ufficio stampa, ci troveremmo di fronte a una decisione grave e ingiustificata. La legge che disciplina la comunicazione pubblica, la 150 del 2000, prevede infatti che le pubbliche amministrazioni abbiano un ufficio stampa. E la stessa legge prevede che al loro interno a svolgere questa delicata funzione siano chiamati giornalisti iscritti all'Albo, siano essi professionisti o pubblicisti. Cosa diversa sono gli uffici per le relazioni con il pubblico, gli Urp, cui è assegnata una funzione differente, ovvero…
Lunedì, 31 Marzo 2008 00:00

Cerimonia, 40 anni di giornalismo

I giornalisti abruzzesi con oltre quarant'anni di iscrizione all'Ordine sono stati premiati oggi a l'Aquila, presso la sede dell'Ordine, al termine dell'assemblea per l'approvazione del bilancio. Il Presidente Stefano Pallotta ha ricordato il grande contributo dato da questi colleghi per la crescita dell'informazione in Abruzzo. I giornalisti premiati sono: Eugenio Riccitelli; Francesco Galli; Concezio Renzetti; Dario D'Alessandro; Mario Accili; Luciano Russi; Antonio Buccilli; Francesco Subbioni; Marcello Paoloantonio; Walter Tortoreto; Silvio Graziosi; Filippo D'Onofrio; Mario Pasotti; Giovanni Lussoso; Luigi Di Tizio; Francesco Di Miero; Federico De Carolis; Domenico Marcozzi.
Ci sono luoghi che per i simboli che rappresentano, legati come sono all'esercizio delle forme più alte della democrazia, non possono mai veder catalogati alcuni atti alla stregua di semplici episodi legati al comportamento, più o meno "patologico", di chi li mette in atto. Strappare dalle mani di un rappresentante sindacale - come accaduto ieri - un foglio stampato e farlo a pezzi solo perchè la pubblicazione in questione, che si chiama "L'Editoriale", ha l'ardire di esprime opinioni critiche su una delle più alte cariche istituzionali regionali, e tutto ciò avviene nel luogo simbolo della tutela dei diritti democratici, allora…
Dopo una lunga malattia questa mattina è venuta a mancare la nostra cara collega Maria Pia Renzetti, moglie del consigliere nazionale dell'Odg, Luigi Marra. La grande professionalità unita alla dolcezza del suo carattere rendono la scomparsa di Maria Pia molto dolorosa ed incolmabile. Il Consiglio dell'Odg si stringe attorno al dolore del collega Luigi. I funerali si terrano domani, 19 febbraio, alle ore 15, nella chiesa di Santa Giusta, all'Aquila.
"Decisione ingiustificata e improvvisa". Così una nota dell'Associazione Stampa abruzzese bolla il ventilato progetto della proprietà del quotidiano "Il Messaggero" di procedere nelle prossime settimane alla chiusura delle redazioni di Chieti e Teramo. Secondo l'organismo sindacale, "si tratta di un nuovo colpo all'informazione e all'occupazione in Abruzzo, che rappresenterebbe per tutti gli abruzzesi, giornalisti e non, una sconfitta gravissima". Con l'Assostampa, sono numerose intanto anche le prese di posizione del mondo politico e istituzionale abruzzese. Una interrogazione al ministro delle Comunicazioni è stata rivolta dalla parlamentare Pina Fasciani, mentre in Consiglio regionale si annuncia sullo stesso argomento un ordine del…
In relazione alla polemica sollevata dall'onorevole Carlo Costantini nei confronti del quotidiano "Il Centro" il presidente e il segretario dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo, Stefano Pallotta e Sergio D'Agostino hanno diffuso una dichiarazione L'ufficio stampa dell'onorevole Carlo Costantini ha diffuso nella giornata di domenica nelle redazioni di quotidiani, televisioni e agenzie di stampa un comunicato in cui si annunciava l'indizione per questa mattina di una conferenza stampa «per annunciare iniziative dell'Italia dei Valori a difesa del diritto dei cittadini di Pescara alla correttezza dell'informazione della carta stampata». L'iniziativa, sempre secondo il citato ufficio stampa, sarebbe stata decisa «dopo il titolo di…
Lettera minatoria con minacce di morte al direttore del quotidiano "La citta', Antonio D'Amore. Gli agenti della Digos della questura di Teramo hanno rimesso alla Procura della Repubblica la lettera che l'ultimo giorno dell'anno e' stata recapitata con la posta ordinaria alla sede del quotidiano. Una lettera con una condanna a morte nei confronti del direttore, contrassegnata dal logo di Forza Nuova e una svastica. Insieme al direttore del quotidiano la condanna a morte, stabilita da tale "tribunale nazional socialista d'Abruzzo, riunito all'uopo" e' anche nei confronti di Marco Travaglio, del giudice Giovanni Cirillo e di Leonardo Nodari. Antonio D'Amore…
"Il vezzo di attaccare i giornalisti che fanno il proprio lavoro, accusandoli di responsabilita' che non hanno, e' duro a morire. Una pratica esercitata prevalentemente dal mondo politico che ritiene di poter continuare a declinare, in modo anacronistico, la stampa secondo la classificazione di 'amici' e 'nemici' ". Lo si afferma in una nota dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo in riferimento ad un espisodio accaduto oggi in Consiglio regionale che ha visto coinvolta la giornalista Matilde Albani di TvUno. "A tale modo, ormai stantio, di percepire il ruolo dell'informazione - aggiunge la nota dell'Ordine dei Giornalisti - peccato che non faccia…
Con sentenza n. 18190/2007 la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso di alcuni montatori della sede Rai di Perugia avverso la sentenza della Corte di Appello di Perugia che aveva, a sua volta, confermato la sentenza di primo grado. Il tribunale di Perugia aveva a suo tempo riconosciuta la legittimità della delibera del Consiglio nazionale con la quale era stata negata la natura giornalistica del lavoro da loro svolto. In particolare la Suprema Corte ha evidenziato come i giudici di appello avevano esaminato tutto il materiale probatorio raccolto e concluso, con motivazione congrua che sfugge a qualsiasi censura, che…
Il giudice del lavoro del tribunale di Teramo, Luigi Santini, ha accolto i ricorsi dei colleghi Tania Bonnici Castelli e Giampaolo Falciatano contro il Messaggero, riconoscendo loro il rapporto di lavoro subordinato e le mansioni di redattore ordinario per l'attività di lavoro pluriennale svolta nella redazione di Teramo (rispettivamente 5 anni e 3 anni e mezzo) e dichiarando illegittimo il licenziamento intimato ad entrambi nel 2002. Il giudice, inoltre, ha ordinato al Messaggero Spa di reintegrare i ricorrenti nel posto di lavoro precedentemente occupato, condannando l'azienda al risarcimento dei danni. La sentenza appare di particolare importanza per due motivi: il…
Ecco il testo del documento approvato questa mattina nel corso dei lavori del Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo Il Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo esprime la sua forte preoccupazione per la crescita allarmante delle cause civili danno dei giornalisti. Pur non volendo entrare nel merito dei singoli casi, differenti per la natura e l'entità del risarcimento (talvolta enormi) o per dimensione e rilevanza dei media coinvolti, il Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo non può tuttavia non sottolineare come la diffusione di queste richieste, avanzate spesso in assenza di un precedente pronunciamento da parte del giudice penale, e…
Domenica, 08 Luglio 2007 00:00

E' morto il padre di Sergio D'Agostino

Dopo una lunga malattia si è spento, serenamente, a Rimini, il papà di Sergio D'Agostino, segretario dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. I funerali si svolgeranno il 9 luglio a Bellaria (Rimini), alle ore 10. Al collega Sergio e alla sua famiglia il Presidente dell'Ordine, Stefano Pallotta, ha espresso il cordoglio dell'intero consiglio che si stringe attorno a lui e ai suoi cari in un momento così triste.
Secondo il Garante della privacy, nell'esercizio del diritto di cronaca, per il quale non c'è necessità del consenso dell'interessato per i dati personali purché si rispetti il principio dell'essenzialità dell'informazione, se i protagonisti della notizia sono minori, vanno rispettate anche le ulteriori disposizioni del codice deontologico che garantiscono una specifica tutela della figura dei minori coinvolti che non viene meno con la loro morte. Su tali premesse il Garante, con provvedimento dell'11 ottobre 2006, ha condannato l'editore ed ha segnalato all'Ordine il giornalista autore di un articolo che ha raccontato la vicenda del suicidio di un minore, corredato da fotografie…
Preoccupazione per alcune recenti sentenze in materia di lavoro dei giornalisti pronunciate dalla Corte di Cassazione. L'invito pressante al Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti affinchè avvii una forte iniziativa per la tutela della professione. E' il contenuto di un ordine del giorno votato il 13 ottobre scorso, a Jesi, al termine dei lavori della Consulta nazionale dei presidenti e dei vicepresidenti dei Consigli regionali dell'Ordine dei giornalisti. Il testo è stato presentato dal presidente dell'Ordine abruzzese, Stefano Pallotta, dal vice presidente dell'Ordine del Piemonte, Ezio Ercole e dal presidente dell'Ordine delle Marche, Giannetto Rossetti. "La consulta dei presidenti e dei…
Martedì, 26 Settembre 2006 00:00

Corso on line per i praticanti

Dal 13 ottobre 2006 sarà in distribuzione il corso di formazione a distanza per la preparazione all'esame di Stato di giornalista professionista. Potrà essere utilizzato dai praticanti, in sostituzione dei corsi frontali che l'Ordine nazionale organizza due volte l'anno a Fiuggi, o di quelli realizzati dai singoli Ordini regionali. Il corso è stato elaborato, in via sperimentale dal Comitato Esecutivo dell'Ordine e dal Centro di documentazione giornalistica che ha messo a disposizione le proprie strutture ed ha firmato un accordo di lavoro con l'Ordine. Il corso, composto da 17 dvd ed una piattaforma e-learning per le esercitazioni (con prove d'esame…
Finisce all'attenzione dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo una conferenza stampa tenuta stamani a L'Aquila nella quale la Provincia e il Comitato femminile della Croce Rossa Italiana hanno presentato un progetto per sostenere studenti meritevoli di famiglie disagiate. A far prendere posizione l'Ordine dei giornalisti e' stata la presenza dei minori nella conferenza stampa. "Uno dei cardini deontologici dei giornalisti italiani - ricorda il presidente dell'Ordine, Stefano Pallotta - e' il rispetto dei soggetti deboli e, in modo particolare, dei minori. E' pertanto inammissibile che un ente pubblico, come la Provincia dell'Aquila convochi, d'intesa con il Comitato femminile della Croce Rossa Italiana,…
Si è svolta a Roma, venerdì 5 maggio, la Consulta dei presidenti degli Ordini regionali. I lavori sono stati presieduti da Lorenzo Del Boca. Il dibattito, durato molte ore, si è incentrato sulla difficoltà di applicare la legge professionale in alcuni suoi aspetti. In particolare sono state affrontate alcune questioni specifiche: l'iscrizione all'Albo dei professionisti e dei pubblicisti; il rapporto fra gli Ordini regionali e il Consiglio nazionale; il praticantato derivante dalla somma di contratti a termine, le richieste di riconoscimento avanzate in alcune regioni da tecnici di montaggio della Rai; il ruolo degli Ordini per quanto riguarda il funzionamento…
Giovanni Verna. Cesidio Di Gravio. Giuliano Fracassi. Attilio Marramà. Galliano Sacripante. Sono i cinque giornalisti che questa mattina, al termine dell'assemblea degli iscritti convocata all'Aquila per l'approvazione del bilancio di previsione 2006, sono stati premiati dall'Ordine dei giornalisti dell'Abruzzo per aver tagliato il traguardo prestigioso dei 45 anni di iscrizione nell'Albo dei giornalisti.
Una minoranza di enti pubblici applica nella nostra regione la legge 150 del 2000 sulla comunicazione pubblica. Il quadro è emerso a Pescara nel corso di un dibattito organizzato dall'Associazione italiana della comunicazione pubblica e istituzionale, tenuto nella sala Figlia di Jorio della Provincia il 16 marzo scorso. Secondo una indagine realizzata dalla stessa associazione, su un campione di 101 soggetti intervistati su un totale di 361 (Regione, Province, Comuni, parchi e Comunità montane, Asl, università, Camere di comemrcio, prefetture, questure, enti ed aziende regionali), la legge 150 trova applicazione in un numero assai limitato di istituzioni. Per l'esattezza, sono…