Martedì, 01 Gennaio 2008 00:00

Lettera con minacce di morte a direttore quotidiano di Teramo

Lettera minatoria con minacce di morte al direttore del quotidiano "La citta', Antonio D'Amore. Gli agenti della Digos della questura di Teramo hanno rimesso alla Procura della Repubblica la lettera che l'ultimo giorno dell'anno e' stata recapitata con la posta ordinaria alla sede del quotidiano. Una lettera con una condanna a morte nei confronti del direttore, contrassegnata dal logo di Forza Nuova e una svastica. Insieme al direttore del quotidiano la condanna a morte, stabilita da tale "tribunale nazional socialista d'Abruzzo, riunito all'uopo" e' anche nei confronti di Marco Travaglio, del giudice Giovanni Cirillo e di Leonardo Nodari. Antonio D'Amore sarebbe stato condannato in quanto "giornalista comunista servo dei padroni". La lettera, affrancata con posta prioritaria, reca il timbro di Pescara.

Ultima modifica il Venerdì, 13 Novembre 2015 18:40