Mercoledì, 11 Novembre 2015 17:14

Istruzioni

AGGIORNAMENTO: Con la pubblicazione nel B.U. del Ministero della Giustizia n. 10 del 31 maggio 2016 è entrato in vigore il nuovo regolamento per la formazione permanente continua (FPC) dei giornalisti.

La nuova regolamentazione razionalizza e semplifica le disposizioni vigenti, con alcune modificazioni che accolgono le esigenze manifestatesi nel corso della prima applicazione del sistema formativo introdotto dal 1° gennaio 2014.

Queste le novità più importanti:
 
  • per l'assolvimento dell'obbligo formativo è necessario acquisire nel triennio almeno 20 (e non più 15) crediti derivanti da eventi deontologici (art. 2);
  • i crediti formativi possono essere acquisiti anche solo con eventi formativi on line, essendo stata eliminato il limite di 30 crediti per la formazione a distanza (art. 2);
  • gli iscritti all'Albo da più di 30 anni che svolgono attività giornalistica a qualsiasi titolo sono tenuti alla formazione limitatamente all'acquisizione dei 20 crediti deontologici triennali (art. 2);
  • per le iscrizioni in corso di triennio, il credito formativo e la relativa tipologia sono riproporzionati in ragione d'anno (norma transitoria art. 2);
  • l'assunzione di cariche elettive per le quali la vigente legislazione contempli la possibilità di aspettativa dal lavoro è motivo di esenzione dallo svolgimento della FPC per la durata del mandato e limitatamente ad esso (art. 11);
  • è possibile richiedere il riconoscimento anche di eventi formativi individuali per un massimo di sei crediti nel triennio.
Il nuovo Regolamento è scaricabile dal sito Odg all’indirizzo http://www.odg.it/content/regolamento-generale

____________________________________________________________________________________

Obbligo di formazione - Riguarda tutti i giornalisti in attività - professionisti e pubblicisti - iscritti all'Albo. Per effetto dell'art. 7 del DPR 137/2012 (Riforma dell’Ordine professionale), anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all’obbligo della “Formazione professionale continua” (Fpc) per adeguarsi a una normativa che prevede l'aggiornamento per tutti gli iscritti a un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all'Ordine stesso.

Con l’entrata in vigore del NUOVO REGOLAMENTO, a partire dal gennaio 2015, tutti i colleghi iscritti all'Albo (Professionisti e Pubblicisti) sono tenuti alla Formazione Obbligatoria a prescindere dall'anno di iscrizione.

Triennio formativo - Il primo triennio decorre dal 1° gennaio 2014 e costituisce il riferimento temporale per tutti gli iscritti. A questo proposito è stato stabilito che per coloro per i quali decade l'esenzione con l'entrata in vigore del nuovo regolamento, così come per i neo-iscritti, l'obbligo formativo scatterà a partire dal 1 gennaio 2016. Per assolvere all'obbligo formativo, ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti in un triennio (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 15 su temi deontologici. I crediti potranno essere ottenuti in svariati modi (art. 3 del Regolamento attuativo approvato dal Consiglio Nazionale fra cui attività formative anche a distanza, frequenza di corsi, se minari e master organizzati anche da soggetti formatori terzi (ad esempio le Università) autorizzati però dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti (Cnog). Ogni ora trascorsa per partecipare a un evento formativo darà diritto, mediamente, a due crediti.

La formazione deontologica, che prevede un quarto dei crediti totali richiesti nel triennio, sarà gratuita per ogni iscritto e, dunque, a carico dell'Ordine. A questo proposito, è già disponibile un corso e-learning sviluppato dal Centro di Documentazione Giornalistica sulla base delle indicazioni fornite dal Cnog (http://fpc.formazionegiornalisti.it/). I primi piani formativi, contenenti gli eventi utili al conseguimento dei crediti, sono pubblicati su un'apposita sezione dei siti del Cnog e degli Ordini regionali.

Sanzioni - La violazione dell'obbligo di formazione continua comporta, alla fine del triennio 2014-2016, l'avvio di un'azione disciplinare nei confronti dell'iscritto inadempiente. Sanzioni. Le possibili sanzioni sono quelle previste dall’art. 51 della legge 69 del 1963.

Pensionati - Anche i pensionati sono obbligati alla formazione se sono ancora in attività. Se non sono in attività sono esonerati.

Esenzioni - L’iscritto può essere esentato per un anno dallo svolgimento della formazione professionale continua nei seguenti casi:

a) maternità o congedo parentale;

b) servizio militare e civile; malattia grave, infortunio, assenza dall’Italia e altri fattori che determinino l’interruzione dell’attività professionale per almeno 6 mesi;

c) altri casi di documentato impedimento derivante da accertate cause oggettive o di forza maggiore.

d) giornalisti che lavorano all’estero. Se non sono in grado di frequentare i corsi frontali, possono chiedere una parziale esenzione, impegnandosi a seguire i corsi online accreditati dall’Odg nazionale. 

Giornalisti che lavorano all’estero. Se non sono in grado di frequentare i corsi frontali, possono chiedere una parziale esenzione annua, impegnandosi a seguire i corsi online accreditati dall’Odg nazionale. Chi si trova temporaneamente all'estero deve compilare dettagliatamente il Modulo Esenzione Estero da inviare a formazione@ordinegiornalisti.veneto.it o a %20var%20addy20520%20=%20%27odgveneto.formazione%27%20+%20%27@%27;%20addy20520%20=%20addy20520%20+%20%27pec%27%20+%20%27.%27%20+%20%27it%27;%20document.write%28%20%27%3Ca%20%27%20+%20path%20+%20%27%5C%27%27%20+%20prefix%20+%20addy20520%20+%20suffix%20+%20%27%5C%27%27%20+%20attribs%20+%20%27%3E%27%20%29;%20document.write%28%20addy20520%20%29;%20document.write%28%20%27%3C%5C/a%3E%27%20%29;%20//--%3E%20%3C/script%3E%3Cscript%20language=%27JavaScript%27%20type=%27text/javascript%27%3E%20%3C%21--%20document.write%28%20%27%3Cspan%20style=%5C%27display:%20none;%5C%27%3E%27%20%29;%20//--%3E%20%3C/script%3EQuesto%20indirizzo%20e-mail%20%C3%A8%20protetto%20dallo%20spam%20bot.%20Abilita%20Javascript%20per%20vederlo.%20%3Cscript%20language=%27JavaScript%27%20type=%27text/javascript%27%3E%20%3C%21--%20document.write%28%20%27%3C/%27%20%29;%20document.write%28%20%27span%3E%27%20%29;%20//--%3E%20%3C/script%3E"> odgveneto.formazione@pec.it - See more at: http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=5#sthash.oGC0OMKV.dpuf

A seconda del tipo di esenzione è obbligatorio compilare e inviare in segreteria (segreteria@odg.abruzzo.it) il modulo: Mod_esenzione_formazione_continua oppure mod_esenzione_formazione_continua_estero.

Esami universitari - I crediti formativi universitari per corsi, lezioni e master seguiti in passato non possono essere calcolati ai fini della Formazione professionale continua (Fpc). Gli unici corsi validi per la Fpc sono quelli accreditati dal Consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti (Cnog). In futuro anche corsi organizzati dalle Università potranno attribuire Crediti formativi professionali, ma le Università dovranno ottenere preliminarmente l’autorizzazione dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti.

Insegnamento -  Si può ottenere il riconoscimento di crediti anche attraverso l’insegnamento in materie inerenti la professione giornalistica in corsi o Master di livello accademico, aventi durata di almeno 50 ore, oppure per l’insegnamento occasionale in corsi o Master accreditati dall'Ordine.

Pubblicazione di libri - I libri per i quali possono essere chiesti crediti sono unicamente quelli a carattere tecnico-professionale pubblicati a partire dal 1° gennaio 2014 e inerenti la professione giornalistica. Le richieste devono essere inviate all’Ordine di competenza, allegando la pubblicazione per la quale viene richiesto il riconoscimento di CFP sui quali si pronuncerà il Cnog.

Partecipazione a Master, corsi, convegni, seminari, tavole rotonde - Partecipazione a Master, corsi, convegni, seminari, tavole rotonde come partecipanti e/o come relatori comporta l'attribuzione di crediti soltanto se le iniziative sono state accreditate dal Consiglio nazionale dell'Ordine.

Numero crediti online - Il numero massimo di crediti ottenibili con corsi a distanza (online) è di 30 e tale limite non viene applicato nel caso l'attività professionale venga svolta esclusivamente all'estero.

10 crediti con il corso online sulla Deontologia - L'Ordine nazionale ha attivato un corso online di deontologia gratuito che consente di acquisire 10 crediti per il 2014. In questo caso si può accedere al corso utilizzando la propria mail (comunicata all'Ordine di appartenenza), la Pec non è obbligatoria.

Pec obbligatoria - Per seguire i corsi online e per ottenere i crediti formativi non è più necessario attivare una casella Pec(posta elettronica certificata), obbligatoria per legge, invece, per le comunicazioni ufficiali tra gli iscritti e l'Ordine (ente pubblico) di appartenenza. La Pec va comunicata alla Segreteria dell’Ordine dei giornalisti d'Abruzzo. 

Permessi - La legge al momento non prevede il riconoscimento di permessi di lavoro per seguire la formazione continua, salvo specifici accordi aziendali.

Editori (Formazione Aziendale) - D’intesa con il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti è comunque possibile elaborare un apposito percorso per il riconoscimento di crediti formativi per corsi aziendali, con un massimo di 20 crediti nel triennio e 7 per singolo evento.

Iscritti in Abruzzo che lavorano in altre Regioni -  Possono frequentare seminari e corsi organizzati anche da Ordini diversi da quello di appartenenza: gli eventi disponibili su SIGeF sono a disposizione di tutti gli iscritti, a prescindere dall'Ordine regionale di appartenenza.

Attestati di partecipazione - Si consiglia di conservarli, ma non è necessario trasmetterli alla Segreteria dell’Ordine. La posizione dei crediti di ciascun iscritto viene aggiornata automaticamente sulla piattaforma SIGeF. L’Odg Abruzzo risponde dei tempi di attribuzione dei crediti solo per gli eventi organizzati direttamente che avviene pochi giorni dopo ciascun evento. La registrazione dei crediti di eventi organizzati da altri Ordini regionali è di loro spettanza mentre è in carico all’Odg nazionale la registrazione dei crediti per i corsi online e aziendali.

Surplus di crediti -  E' possibile acquisire massimo fino a 30 crediti in un singolo anno (e di conseguenza 15 crediti in ciascuno degli altri due anni). Gli eventuali crediti in più acquisiti nel corso di un anno non possono essere utilizzati nei due anni successivi, nei quali è sempre comunque obbligatorio acquisire almeno 15 crediti in ciascun anno. Gli eventuali crediti in più acquisiti nel triennio non potranno essere utilizzati nel triennio successivo. 

è possibile acquisire fino a 30 crediti in un singolo anno (e di conseguenza 15 crediti in ciascuno degli altri due anni).  - See more at: http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=5#sthash.QcUrcFR2.dpuf
Iscritti in Veneto che lavorano in altre Regioni. Possono frequentare seminari e corsi organizzati anche da Ordini diversi da quello di appartenenza: gli eventi disponibili su SIGeF sono a disposizione di tutti gli iscritti, a prescindere dall'Ordine regionale di appartenenza. - See more at: http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=5#sthash.QcUrcFR2.dpuf
Iscritti in Veneto che lavorano in altre Regioni. Possono frequentare seminari e corsi organizzati anche da Ordini diversi da quello di appartenenza: gli eventi disponibili su SIGeF sono a disposizione di tutti gli iscritti, a prescindere dall'Ordine regionale di appartenenza. - See more at: http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=5#sthash.QcUrcFR2.dpuf
Iscritti in Veneto che lavorano in altre Regioni. Possono frequentare seminari e corsi organizzati anche da Ordini diversi da quello di appartenenza: gli eventi disponibili su SIGeF sono a disposizione di tutti gli iscritti, a prescindere dall'Ordine regionale di appartenenza.  - See more at: http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=5#sthash.QcUrcFR2.dpuf
Iscritti in Veneto che lavorano in altre Regioni. Possono frequentare seminari e corsi organizzati anche da Ordini diversi da quello di appartenenza: gli eventi disponibili su SIGeF sono a disposizione di tutti gli iscritti, a prescindere dall'Ordine regionale di appartenenza.  - See more at: http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=5#sthash.QcUrcFR2.dpuf

RILEVAMENTO PRESENZE

La presenza degli iscritti agli eventi formativi è verificata dall'Ordine mediante metodi di rilevazione elettronica. E’ necessaria l’iscrizione ai Corsi tramite la Piattaforma SIGEF e la stampa del relativo certificato di iscrizione da presentare all’inizio del Corso. In caso di esaurimento dei posti disponibili e inserimento in lista di attesa, è possibile presentarsi direttamente il giorno del Corso, ma la partecipazione è subordinata alla previa verifica di assenze di giornalisti iscritti e non presenti.

Iscrizione (e disdetta) via Sigef -  L'iscrizione a tutti i corsi di formazione, e l'eventuale disdetta della propria partecipazione, avviene unicamente attraverso la piattaforma unica nazionale SIGeF. Per ogni informazione qui. Dal 15 gennaio 2015 non è più possibile essere iscritti a più di 3 eventi contemporaneamente.

Iscrizione (e disdetta) via Sigef. L'iscrizione a tutti i corsi di formazione, e l'eventuale disdetta della propria partecipazione, avviene unicamente attraverso la piattaforma unica nazionale SIGeF. Per ogni informazione qui - See more at: http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=5#sthash.QcUrcFR2.dpuf

Rispetto degli orari -  Per poter acquisire i crediti è necessario assicurare la presenza all’intero evento. In casi eccezionali è consentito l’ingresso con un ritardo fino a 30 minuti e l’uscita con un anticipo fino a 30 minuti. In caso di ritardi maggiori o di uscite anticipate (max 30 minuti), non sarà possibile attribuire i crediti. In mancanza del foglio d’iscrizione cartaceo e relativo codice a barre, il personale dell’Ordine non è responsabile per eventuale mancata attribuzione dei crediti in piattaforma. Inoltre si ricorda ai colleghi che è necessario stampare il foglio di iscrizione, in quanto il lettore ottico non riconosce il codice a barre su Tablet o Smartphone.

Ultima modifica il Giovedì, 02 Giugno 2016 09:19